Isola di S. Biagio

Località: Isola di S. Biagio
Profondità: 30m

Descrizione: Per arrivare su questo punto di immersione ci sono due possibilità. La prima è quella di avere una barca e di arrivare sull’isola di S. Biagio, ed ancorare la barca a circa 15 metri di distanza dalla costa dell’isola, dove inizia la secca. L’altro sistema di arrivare su quest’isola è quello di attraversare a piedi il campeggio privato di S. Biagio e, acqua permettendo, camminando con tutta l’attrezzatura su quel lembo di terra che unisce l’isola alla costa, l’acqua a volte può arrivare anche ad un metro e mezzo di altezza. Il punto di immersione è quello di fronte all’isola, lasciandosi alle spalle la terra ferma. Si trova una bella parete, dove si può scendere fino ai 20 o 30 metri, si prosegue tenendo la parete sulla sinistra, controcorrente, e in base all’aria consumata, si può arrivare o meno a vedere i due o tre isolotti ricchi di pesce. L’immersi- one è da effettuarsi nella parte est dell’isola, cioè quella che guarda verso la sponda veronese. Vi consiglio di entrare in acqua dalla zona del chiosco delle patatine, si discende su un fondale di circa 7/8 metri e si prosegue verso sinistra lasciando la parete sulla sinistra. Si tratta di una parete non molto profonda può arrivare massimo a 18/20 mt, interessante però la varietà di pesce presente, molti grossi lucci e nei periodi giusti pesci persici. Si torna poi sempre vicini alla parete, magari alzandosi di qualche metro. Ricordarsi di mettere un boa ben visibile, per evitare i frequenti ancoraggi delle imbarcazioni, che nel periodo estivo sono molto frequenti.

Torna in cima